KICKBOXING: al Golden Glove 4 argenti con Pastrello e uno stoico Tap

L’atleta di Preganziol gareggia nonostante l’infortunio: per un ginocchio a terra perde l’oro.

Polisportiva Preganziol sotto la luce dei riflettori della Zoppas Arena nel Golden Glove dello scorso fine settimana. Sono di Emi Pastrello e di Cristian Tap le medaglie conquistate dalla sezione kickboxing, entrambi piazzatisi in due occasioni al secondo posto.

Le parole della 21enne Emi Pastrello, argento nel light contact + 60 kg e -60 kg cinture colorate: «È stato bello tornare sui miei passi dopo 6 mesi di stop dalle competizioni. Andare al Golden Glove è stato come tornare a casa, tra angoscia, risate e sudore, accompagnata dalla mia ‘famiglia adottiva’, ovvero i miei compagni di squadra. Dopo avere gareggiato per anni solo nel point fighting, ho provato a misurarmi nel light contact. Come prima esperienza non è andata assolutamente male, anzi, sono rimasta stupita dei secondi posti nonostante la grande differenza di forma fisica rispetto alla mia avversaria nell’incontro di finale. Devo ammettere che di fiato non ne avevo più!».

Doppia sfortuna, invece, per Cristian Tap. Il kickboxer di Preganziol ha conquistato due argenti nelle categorie light contact e point fighting entrambe -75 kg, infortunandosi prima ad una spalla e toccando terra poi con un ginocchio nel colpo conclusivo.

Tap (nella foto in alto in cui si tiene la spalla): «Nel complesso è andata bene anche se devo ammettere che sono stato sfortunato. Nel light contact, in finale, mi sono dovuto ritirare dopo poco l’inizio. Ho preferito non rischiare la spalla che in un incontro precedente era uscita e rientrata e mi faceva ancora male. Anche perché verso sera avrei disputato la finale del point fighting alla quale tenevo molto. È stato un percorso faticoso perché ho dovuto vincere 5 incontri per arrivare a giocarmi quella finale contro un’atleta della nazionale ucraina. Abbiamo terminato la gara in parità così come i supplementari: nel match point conclusivo ho toccato terra con un ginocchio dopo avere fatto il punto e ho consegnato, di fatto, la vittoria all’avversario. Sono comunque soddisfatto dei due argenti».

Prossimo appuntamento internazionale sarà l’Austrian Classic di Innsbruck, in programma a fine marzo.